Lienz

“Profughi a Blansko” – Diario di Guerra

“E ora che ci facciamo vivi e che mettiamo penna, in carta, per riferire come abbiamo promesso la nostra odissea. I giorni antecedenti alla nostra partenza furono pieni di terrore per i continui ordini che venivano affissi dai comandanti della fortezze circostanti nei quali venivano imposte pene severissime contrarie a chiunque avesse azzardato parlare male o avesse avuto intenzioni contrarie,…

Continue reading