Riva del Garda

“Il papà-soldato”

Intervistatore Data intervista Intervistato Età intervistato Protagonista della memoria Margherita Mengarda dicembre 2014 Diana 79 Luigi Il nonno di mia nonna viveva a Riva del Garda che a quel tempo faceva parte dell’impero Austro-Ungarico: ecco perché, allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, venne chiamato alle armi come Kaiserjaeger. Partì da Riva andò a Trento e da lì tutti i soldati…

Continue reading

“Il viaggio con i carri”

Intervistatore Data intervista Intervistato Età intervistato Protagonista della memoria Leoni Alessia febbraio 2016 Carloni Luciano 79 Bis nonno e bis nonna Nel 1914 la famiglia della bis nonna è stata sfollata in Austria partendo sui carri fino a Trento e poi sul treno. Ha vissuto nelle baracche con tanta difficoltà e diffidenza. Anche la famiglia del bis nonno è stata…

Continue reading

“La mensa di Bolognano”

Intervistatore Data intervista Intervistato Età intervistato Protagonista della memoria Azzurra  Febbraio 2016 Giuseppina Cattoi 91 Trisnonna Maria La mia bisnonna Giuseppina, la nonna di mia mamma, mi ha detto che durante la prima guerra mondiale, i paesi come Bolognano, Arco, Torbole e Riva non appartenevano all’Italia, ma all’Austria, anche se si parlava la lingua italiana. Durante la guerra, molti soldati…

Continue reading

“Il ritorno a Prè”

Intervistatore Data intervista Intervistato Età intervistato Protagonista della memoria Boccagni Irene 2015 Colò Barbara 42 Maroni Valentina Quel poco che ricordo della mia bis-nonna è che amava molto leggere, scrivere e raccontare storie; per questo, oggi ho molti ricordi della sua permanenza, assieme a tutti i suoi compaesani, in Boemia durante la prima guerra mondiale. Lei diceva che non era…

Continue reading

“Lo sciacallaggio da parte dei soldati”

Intervistatore Data intervista Intervistato Età intervistato Protagonista della memoria Aurora Morandi 26 febbraio 2015 Erminio Morandi 82 Erminia Rosà Nel 1915 Emilia Rosà (assieme alla madre e alla sorella maggiore) e altri abitanti del Basso Sarca sono stati costretti a rifugiarsi in Boemia, poiché abitanti di un territorio di Fronte. I protagonisti dell’evacuazione furono donne, anziani e bambini; i treni…

Continue reading